«

»

lug 15 2010

Ma l’AMA ama Marconi?

FacebookTwitterGoogle+Printcondividi

[15 luglio]

Si è svolta ieri pomeriggio alle 18 un’ assemblea pubblica (nella chiesa parrocchiale)  indetta dall’AMA per illustrare le novità in materia di raccolta differenziata che stanno partendo nel quartiere Marconi.

L’assemblea ha visto una discreta partecipazione di cittadini, per lo più anziani, e questo anche a dispetto della poca diffusione di questa iniziativa (erano veramente poche le locandine affisse dall’AMA in giro per il quartiere e presso i condomini).

La partecipazione è  testimonianza che i cittadini di Marconi sono interessati al servizio e che, sulla base delle domande che hanno rivolto al personale AMA, vogliono farlo far funzionare seriamente ed hanno gia metabolizzato da tempo il concetto e la prassi della raccolta differenziata.

Farlo funzionare non implica però acquiescenza o “va tutto bene madama la marchesa”.

L’ingegner Biscon dell’AMA ed un altro tecnico – insieme al responsabile della comunicazione – hanno faticato abbastanza per rendere chiari e fugare i principali dubbi e perplessità che i cittadini di Marconi nutrono su questa iniziativa. Non è affatto un dubbio sull’importanza della raccolta differenziata.

Il punto determinante è il disagio che si porta a questi cittadini.

Ricordiamo che la popolazione di circa 48.000 abitanti di Marconi ha una quota rilevante di anziani ed è sulle spalle di questi cittadini che si carica il peso della nuova modalità di raccolta.

Spariscono infatti i vecchi cassonetti grigi (quelli dove si buttava di tutto) , rimangono quelli azzurri (plastica e vetro) e quelli bianchi (carta, cartone).

La vera novità sta appunto nel raccogliere in specifici sacchetti per l’umido/organico – ed in altri per il “non riciclabile” – il materiale che poi dovrà essere portato direttamente in specifici punti di raccolta sparsi nel quartiere Marconi.

il peso della differenziata

cittadino di Marconi che ha perso tutti gli appuntamenti con i furgoni mobili

L’AMA durante l’assemblea ha ribadito più volte che la distanza da ogni abitazione sarà di cento metri. Vedremo più avanti  – come del resto evidenziato in vari interventi  – che non si tratta di cento metri. E che comunque su un discorso statistico chi rimane penalizzato sarà sempre la persona più debole (anziano, con problemi dideambulazione, anziano solo, pendolare).

All’assemblea era anche presente la coordinatrice del PD Marconi, Carla Boto, che ha incalzato il responsabile AMA sul disagio che si  procura ai cittadini più deboli e  sulla efficienza del servizio. “Tutti vogliamo la raccolta differenziata, soprattutto pensando al futuro dei nostri figli”, ha affermato Carla Boto “ma vogliamo anche un servizio efficiente che ci renda agevole la collaborazione.”

Tra le proposte quella di ampliare la fascia oraria di raccolta (ricordiamo che dobbiamo portare noi i rifiuti nei punti di raccolta) estendola anche ad un orario serale.

Perchè non istituire un turno 20-22? O perchè non coinvolgere i condominii?

“E poi a chi facciamo le multe?” ha detto il responsabile AMA (per esempio, un nostro suggerimento è quello di affidarsi ai condominii).

Altre proposte di buon senso sono giunte dai cittadini, tra le quali quelle di istituire anche una raccolta delle pile nei centri mobili  (al momento non contemplate) o quella di affidare ai centri di informazione e/o ai centri mobili di raccolta la distribuzione – in questa fase iniziale – del kit (pattumiera e bustine per la raccolta dell’umido/organico).

Infatti qualora l’AMA consegnando il kit non trovasse nessuno lascerà un biglietto con l’indicazione di recarsi alla più vicina sede AMA ( per Marconi è dopo il ponte della ferrovia di Trastevere), aggiungendo così altro disagio.

Con pazienza i responsabili AMA hanno risposto a parte delle domande (del resto i tecnici spesso fanno il “lavoro sporco” che non vogliono fare alcune istituzioni pubbliche e politiche).

Da questo punto di vista esemplare è stata la risposta del tecnico dell’AMA quando ha bocciato come improbabile e fuorviante l’idea che eliminare i cassonetti serva a recuperare spazio per le macchine.

Alcuni esponenti del PDL del Municipio XV sostengono, infatti,  questa teoria sui posti auto e addirittura parlano di porta a porta, qui un link a queste dichiarazioni che suonano un po’ come un presa in giro.

Il circolo locale del PD di Marconi espone invece le proprie tesi, che mirano all’efficienza del servizio e alla tutela dei più deboli, in questo sito.

Erano assenti esponenti del Comune  o perlomeno non erano ufficialmente presenti (l’assessore all’Ambiente del Comune di Roma – De Lillo –  è firmatario della lettera che l’AMA sta inviando).

Ed erano assenti (ma ci viene il forte dubbio che non fossero stati nemmeno invitati dall’AMA, è la cosa sarebbe molto più grave) anche gli esponenti del Municipio XV.

Tornando alla distanza da percorrere marconivideodem ha fatto alcuni interessanti calcoli basandosi sulle informazioni dell’AMA e sulla carta di google maps.

Esempio 1 :

via Alessandro Cruto 44, il punto più vicino dove gettare i rifiuti è sul lungotevere degli inventori al n. 118

La distanza è di 180 metri (quasi il doppio di quello dichiarato dall’AMA). Attenzione questo punto di raccolta funziona solo dalle 9 alle 10.30

Esempio 2

via Avicenna 101, il punto il punto più vicino dove gettare i rifiuti è inLungotevere di Pietra Papa 95

la distanza è di 250 metri (due volte e mezza di  quanto dichiarato dall’AMA). Attenzione questo punto di raccolta funziona solo dalle 9 alle 10.30

Un altro punto che vi consente di non fare tardi al lavoro (ad oggi non esistono i permessi per ritardo AMA) è a via Antonino Lo Surdo 48,

ma la distanza questa volta è di 290 metri (quasi il triplo di quello dichiarato dall’AMA).  Attenzione questo punto di raccolta funziona solo dalle 7 alle 9

Insomma avrete capito che AMA o non m’AMA, la realtà è molto più complessa e articolata di come vogliono farci credere.

(EP)

questo articolo ha un suo aggiornamento ed evoluzione che potete trovare qui http://marconivideodem.it/?p=295

ads by epas4.net: Vola air berlin

Dettagli sull'autore

admin

admin di marconivideodem