«

»

giu 06 2014

Strada Statale 115 km 36

FacebookTwitterGoogle+Printcondividi

Cosa c’è al km 36 di questa statale che collega le città di Trapani e Siracusa passando per Agrigento, Gela e Ragusa. E soprattutto quali passioni e sudori intorno a quel km 36, nei pressi di Marsala.

Filippo Piccione e il suo secondo libro Strada Statale 115 km 36, edizioni Albatros

La locandina che vedete nelle foto riportate più avanti, affissa presso i locali della Biblioteca Marconi di Roma,  recita:

I racconti di Filippo Piccione hanno il pregio di riflettere sul tempo presente con occhio critico ma mai distruttivo; leggendo si respira unasincera genuinità, una sanezza bella e positiva, forte del dolce ricordo di episodi passati, ricordo che si configura quale struttura essenziale e forte dell’oggi, fondamenta del domani.
Le immagini descritte scorrono come dietro al finestrino di un treno.
Particolari e gesti colti nella loro immediatezza, scambi di battute tra amici o sguardi fugaci tra sconosciuti, incontri che non cambiano il destino ma arricchiscono le dinamiche del quotidian
o, anche se piccoli, apparentemente insignificanti, come i grigi san pietrini di Roma, che ne
lastricano le lunghe e dissestate vie, unici al mon do, spigolosi, umili e forti. Queste sono solo alcune delle suggestioni di questi racconti.
Rosanna Pilolli arguta e brillante penna che oggi ha presentato il libro presso la Biblioteca Marconi, nella sua recensione su Pontediferro.org, ci tratteggia il libro in questo modo:
(…) una Sicilia lontana dalle rotte turistiche, ruvida e silenziosa, sempre presente nella vita vissuta dallo scrittore, nel suo passato, nel suo presente, in un sé portatore coraggioso di sentimenti appena accennati con pudore: un piccolo “tesoro” nascosto nelle pieghe delle parole. La scrittura è diretta, essenziale ma anche fortemente intrisa, in alcuni tratti, di emozioni forti. Mai barocca. In questo viaggio di realtà ma anche allegoria di spazi più ampi e dello stesso destino dell’autore, appaiono le persone incontrate ovunque, protagoniste delle narrazioni. Centrali in molti episodi.
In questo suo secondo libro, dopo “Il bracciante di Berbero di Marsala”, Filippo Piccione non rinuncia all’autobiografia, riprende la cronaca rivolta alle tappe importanti della sua vita dopo le esperienze già raccontate di un cammino difficile, il suo, tutto in salita, illuminato da un ideale politico, dalla tenacia e dall’amore per una donna (…)
Qui le foto della parte finale della presentazione
ads by epas4.net: Vola air berlin

Dettagli sull'autore

epas

Enrico Pasini ideatore ed animatore di MarconiVideoDem, ama fotografare, viaggiare e curiosare.