«

»

Tutti contro tutti, tra solitudine e solidarietà

FacebookTwitterGoogle+Printcondividi

Lunedi 12 gennaio, Biblioteca comunale Marconi, via Cardano.

La direttrice Marina Girardet introduce il primo dei tre film, “Tutti contro tutti”, che costituiscono il  ciclo “Le città invisibili“. Accanto alla direttice Girardet il professor Andrea Barbetti, insieme tracciano un filo rosso tra queste storie di solitudine, solidarietà, disagio sociale, drammi e sorrisi. E cultura, cultura e cinema. E’ il cinema bellezza. E’ la società bellezza.

E’ la bellezza di Lidia Vitale, che parla con il numeroso pubblico (tanti, tantissimi giovani) a fine film fornendo spunti di riflessione sia sulla freschezza e capacità di farci guardare dentro, tipica del cinema italiano, tipica della cultura europea.

Lidia Vitale – nel film non ha una parte pesante – sicuramente annovera bravura, presenza, schiettezza genuina. La stessa che le ha permesso di interpretare e recitare a teatro Anna, la grande Anna Magnani.

Ruolo del cinema italiano, differenze con quello americano, big budget versus produzioni a basso costo, anche di questo si è parlato grazie alle puntuali domande di Corinna Spirito.

Ma torniamo al film, opera prima di Rolando Ravello – una sorpresa questo film – che ha come elemento trainante una spontaneità romana che ci regala un’ora e mezza di leggera visione unità alla drammaticità della situazione raccontata. E alle studentesse e studenti del liceo Montale ciò ha consentito di ridere e riflettere.  Un film che a differenza di patinati e blasonati film ambientati nel centro storico parla del popolo, quello che puzza, quello scomodo, quello infame ma soprattutto quello che lavora dignitosamente e deve fare i conti con la cattiveria del prossimo. Il disagio sociale della crisi abitativa, di una casa che non può essere solo un ballataio o una casa occupata e strappata ad altri. La solidarietà offerta dalla famiglia egiziana di Amina e Ahmed.

E di questo aspetto sociale ha brevemente parlato Carla Boto, anche in rapporto con la situazione delle case degli enti previdenziali e locali.

Insomma una ottima iniziativa del circolo “ANPI Marconi – Ragazze della Resistenza”.

Ed ora riprendiamoci casa. Ma non prendetela come una istigazione a occupare o come qualche altra oscura manovra. No, è solo un delle battute del film.

 

DSC_5189.JPG DSC_5194.JPG DSC_5195.JPG DSC_5199bn.jpg DSC_5201.jpg DSC_5202.jpg DSC_5204a.jpg DSC_5207a_pp.jpg DSC_5210.jpg

ads by epas4.net: Vola air berlin

About the author

admin

admin di marconivideodem