«

»

set 01 2016

Siamo alle solite: piove, si allaga … e i raggi di sole non servono

FacebookTwitterGoogle+Printcondividi

E alla fine, puntuale come sempre, come tutti gli anni il temporalone di fine estate – o come lo chiamano ora con accezione bellica, la bomba d’acqua, è arrivata.

Si sapeva? Sì, era noto per mezzo di un dispaccio della Protezione Civile del Lazio trasmesso poi dal corrispettivo Ufficio del Comune di Roma  a tutte le strutture comunali.

Hanno agito? No. allertameteo1 allertameteo2

L’effetto? Il solito che ben conoscono da anni gli abitanti e i residenti d Marconi e in particolare quelli che gravitano nella zona Piazza della Radio – Via Portuense – Sottopasso della ferrovia.

Da anni, come riportato più volte da marconivideodem (qui non si fa sconti a nessuno), il tratto di strada si allaga, da un lato per inadeguatezza rete fognaria – si presume – dall’altro per l’assenza di opere di manutenzione ordinaria su caditoie e tombini. Il problema di caditoie e tombini è serio e puntualmente partono proclami e promesse.

L’ultima è avvenuta il 10 agosto quando l’assessore all’Ambiente del Municipio XI, Giacomo Giujusa, ha informato che a seguito dei lavori di rifacimento del manto stradale su via Portuense sarebbero stati puliti sia i tombini che le caditoie.

dichiarazione Giujusa

Le foto qui riportate (credits to Stefano Spalletta) ci raccontano un altro film.

foto2-spalletta-portuense-allagata foto1-spalletta-portuense-allagata

 

In effetti già qualche tempo fa su Via Oderisi da Gubbio, altezza via  Veronese angolo con Via Grimaldi – a titolo di monito era stata fotografata questa situazione e messa sul profilo facebook di MVD. Oggi, 1 settembre, siamo andati a vedere nuovamente e la situazione è sempre la stessa.

 

 

Ma la cosa ancora più grave e che richiederebbe un immediato chiarimento e chiare disposizioni è quello fotografato oggi, a oltre 24 ore dall’allagamento. Tombini seppelliti dalle foglie e dal fango, sporcizia varia, sfalci non effettuati. L’Amministrazione avendo sperimentato con mano cosa succede in questa zona avrebbe ben potuto intervenire subito e pulire, al fine di evitare il ripetersi. Cosa aspettiamo? Un nuovo allagamento? Ora io so che volenterosi cittadini del quartiere hanno dato fiducia e credito a questa nuova giunta e forse la giunta dovrebbe agevolare la nascita di reti di osservazione che, senza sostituirsi ai responsabili amministrativi, grazie alla conoscenza del territorio facciano arrivare i giusti suggerimenti. Si consideri anche che su 25 consiglieri municipali , ben 15 (+ il presidente) sono del M5S e che molti sono di Marconi. Un buon consigliere si vede dalla suola delle scarpe. Più è consumata, più è bravo.

Sottolineo anche un probabile rischio che si presenterà quando, terminato il palazzone su via Portuense (angolo via Cristofori) la zona si caricherà di un altro aggravio dovuto a macchine, scarichi idrici e popolazione aggiunta. Il tutto in una zona soggetta a periodici inondamenti.

Per la cronaca e la precisione il palazzone per ora è fermo (il solito gioco delle cattedrali nel deserto?), pare che uno degli oneri concessori fosse la realizzazione di un parco, giardino, fazzoletto di terra e non sarebbe male se la nuova amministrazione volesse dare uno sguardo alla situazione in zona. Magari visionando carte, permessi, impatti ambientali e sociali. E anche qui, a testimoniare la correttezza e il motto “non si fanno sconti a nessuno” ci si può documentare su questo post di dicembre 2015  e anche su questo di luglio 2014.

 

 

 

 

ads by epas4.net: Vola air berlin

Dettagli sull'autore

admin

admin di marconivideodem