«

»

dic 22 2013

Città vivibili, più servizi e meno cemento

FacebookTwitterGoogle+Printcondividi

Marconivideodem aderisce all’appello di Carteinregola #NoiStiamoConCaudo. Perchè? qui proviamo a spiegarlo.

La vicenda a dir poco lascia perplessi e deprime. La maggioranza del PD corre appresso ad un consigliere del Nuovo Centro Destra e vota un testo di Cantiani che mette in difficoltà l’assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, Caudo.

Dove è l’inghippo? A novembre un primo masso sulla strada di Caudo. Infatti l’assessore vede vanificati i suoi sforzi per razionalizzare la sequenza “prima i servizi, poi le opere” a causa della mancata convocazione del consiglio comunale a fine novembre. Nel frattempo proprio in questi giorni un altro pasticciaccio dei consiglieri comunali del PD che disattendono la richiesta dell’assessore Caudo di non votare la proroga di un anno della delibera 70 (era Alemanno).

L’impressione è che i consiglieri del PD giochino contro Caudo una battaglia che ha come obiettivo il Sindaco Marino. Una battaglia doppiamente ingiusta. Primo perché se ci sono problemi si affrontano direttamente e a viso aperto. Secondo perché prendono di mira un assessore che ben interpreta la nettezza di posizioni che privilegia il bene comune, città vivibili, servizi efficienti. E soprattutto niente inciuci con i signori del cemento.

Chi segue i racconti di Marconivideodem sa come questo sito abbia sempre privilegiato quella parte del PD che non facendo sconti a nessuno si è sempre battuta per rendere l’Urbanistica un terreno di crescita sostenibile e non un terreno di scambio di favori. Per questo quando il circolo Marconi PD nel 2010 elesse la segretaria Carla Boto – e la nuova dirigenza –  assumendo queste parole salutammo il fatto in modo positivo. Parole nette che condannavano la pratica “prima fai i comodi tuoi poi forse ripaghi con servizi”.

Del resto, non in questa formulazione ma in modo molto analogo – oggi anche il Presidente del Municipio XI  Maurizio Veloccia – all’inaugurazione del giardino di via Blaserna – ha ripetuto che nel quartiere Marconi, come nel resto del Municipio, prima i costruttori hanno tirato su e poi dopo – e in parte – hanno provveduto ad attuare gli oneri per servizi.

Marconivideodem ritiene pertanto una tragica sottovalutazione il perpretare pratiche di un tempo che danno potere – troppo – ai costruttori, e pensa che  il voto dei consiglieri comunali del PD (che avevano in testa altre questioni interne tra Giunta e Consiglio) possa essere stemperato e rivisto se tanti consiglieri municipali e assessori del Municipio XI, nonchè il Presidente Veloccia, daranno sostegno all’appello di CarteInRegola.

Prima che qualcuno storca il naso vorrei ricordare che come tutti i titoli fuorvianti, ad effetto perchè giornalistici, l’appello recita alla fine “ma questa lettera è in realtà un accorato appello a quel pezzo di PD che, come noi, vuole ancora testardamente  credere che un cambiamento sia possibile”.

E sarebbe anche bene che il circolo PD Marconi forte del suo motto “Gli indomabili di Marconi. Zero sconti” desse gambe e fatti a questa vocazione.

 

ads by epas4.net: Vola air berlin

Dettagli sull'autore

admin

admin di marconivideodem